English   Espanol   Francais   Deutsch   Slovensko
Catholic.net Italia - Home Page Davide.it - Accesso protetto ad Internet
Questioni di fede
  • Chi è Dio?
  • Catechismo
  • Male
  • La morte e l'aldilà
  • La Beata Vergine
  • Miracoli
  • Evoluzione e Creazione
Chiesa
  • Perchè la Chiesa?
  • La Chiesa oggi
  • La Chiesa nella storia
Sacramenti
  • Battesimo e la Confermazione
  • Comunione
  • Confessione
  • Sacramento degli infermi
  • Matrimonio
Vita Spirituale
  • La pratica religiosa
  • Quaresima
  • Evangelizzare
  • Preghiera
  • Liturgia
Vocazione
  • Discernere la propria vocazione
  • Impegno
  • Vita Religiosa
  • Sacerdozio
  • Matrimonio
  • Diaconato
La sessualità e la bioetica
  • Omosessualità
  • Sesso sicuro
  • La contraccezione e l'amore naturale
  • Aborto
  • Eutanasia
Gesù Cristo
  • Storicità di Cristo e il Vangelo
  • Il messaggio di Gesù Cristo
  • La persona di Gesù Cristo
Cristiani nel mondo
  • Politica
  • Cultura
Altre religiosità
  • Altri cristiani
  • Sette e spirituali
  • Ideologie cristiane e non

Come è nato Dio?

Catechesi - Domande essenziali

Ecco una domanda che ci siamo sempre posti quando eravamo bambini: “Prima di Dio, cosa c'era?”.

 

Ben ambizioso è colui che pretende di rispondere a una domanda simile. Si tratta, infatti, di un mistero, una verità che si può comprendere solo parzialmente, ma mai del tutto. I misteri sull'infinità di Dio e di tutti suoi attributi resteranno infinitamente più grandi della nostra piccola intelligenza. L'ammireremo, gioiremo con lui, ma non potremo mai alla fine dire: “Ecco, è così! Ho capito tutto!”. Dio non si lascia declinare dalle nostre strutture mentali.

Dire che Dio non è nato, è come dire che è infinito, che non ha dei limiti. Né nel tempo, né nello spazio, né nell'esistenza. Nulla e nessuno lo ha creato. Egli è sempre stato. È l'unico essere che realizza in lui la pienezza di ciò che chiamiamo “essere”. È senza dubbio per questo che si presenta a Mosé come “Io sono colui che sono!” ("YHWH", Es. 3,14).

 

La Tradizione della Chiesa ci insegna che l'infinità di Dio deve suscitare nell'uomo un santo “timore”: come a dire un immenso sentimento di rispetto.       
Ma non è tutto. La Rivelazione ci ha insegnato un'altra verità su Dio, che controbilancia la prima: Dio “è nato” nel fare l'uomo.        
I Vangeli ci insegnano che Gesù è veramente Dio. Egli ha dimostrato la sua divinità grazie a numerosi miracoli. Ha fatto vedere pubblicamente la sua divinità diverse volte. La sua Resurrezione ha portato la prova definitiva della sua natura divina.     
La nascita di Cristo ci rivela un altro mistero su Dio: non è un terribile Dio giustiziere, ma un Padre pieno d'amore per i suoi figli. Altrimenti, perché avrebbe scelto di nascere in una stalla, fra gli animali e i più poveri? Non voleva, in questo modo, dare una svolta all'immagine di un Dio potente e collerico?       
La Tradizione della Chiesa ci insegna che l'infinità di Dio deve suscitare nell'uomo un santo “fascino” (fascinens): come a dire un immenso sentimento di adorazione.

Fonte: Comment Dieu est-il né?

Traduzione dal francese a cura della redazione di Catholic.net

 
Cerca in Catholic.net